Pages

Sunday, January 22, 2012

Libro

Tanto per cambiare un po' ho voglia di parlare un po' dell'ultimo libro che ho letto. Ok, non si tratta di grande letteratura, però mi ha divertito.

Premetto: leggo di tutto, c'è stato un periodo in cui leggevo qualsiasi cosa mi capitasse sotto mano. Ora leggo un po' meno ma quando mi ci metto, non scherzo. In effetti una delle cose più dure da traslocare da noi sono i libri. Ne abbiamo ovunque, in cucina, in salotto, nelle camere da letto. Ogni tanto anche in bagno.

Per rilassarmi leggo anche molta Chick lit. Ho incominciato con "Bridget Jones" e mi sono divertita, quindi ho continuato.
Per darmi uno stile l Leggo in inglese, perchè dopo l'esperienza del "Hitchhiker's guide to the Galaxy" ("Guida galattica per gli autostoppisti"- che è invece un libro geek) ho scoperto che altrimenti perdo troppo con la traduzione: in francese mi aveva annoiato a morte... in inglese mi sono scompisciata. Devo ammettere che non capisco bene perchè, ma è così.

Insomma, il weekend scorso sono andata in Italia, da sola, in treno, e ne ho approfittato. Mi sono letta "The gatecrasher" ("La signora dei funerali" in italiano) di Madeleine Wickham, ovvero la Sophie Kinsella della serie "Shophaolic"  ("I love shopping" in italiano).
È un libro un po' diverso da quelli che scrive di solito, anche se resta nello stesso stile, per questo non è scritto sotto il suo solito pseudonimo.

È un libro di circa 350 pagine, che si legge piacevolmente e abbastanza rapidamente.
La protagonista è Fleur Delaxeny, una donna senza scrupoli, che vive con i soldi che prende da uomini, ricchi e vulnerabili, che incontra intrufolandosi, non invitata a funerali. Un giorno, sempre a un funerale, incontra Richard, e si intrufola come sempre nella sua vita, ma si ritrova più coinvolta del solito dalla sua vita familiare.
I personaggi sono descritti in dettaglio, la loro psicologia, le loro motivazioni e la loro vita si scoprono poco a poco, incominciando dalla prima impressione, che viene poi modificata man mano che li conosciamo meglio, un po' come capita alla protagonista. Anche la sua storia è svelata progressivamante con dei flashback.
La storia è carina, abbastanza originale, nonostante il tema di base sia abbastanza sfruttato;  mi piacciono soprattutto i dettagli dell'ambientazione e i personaggi secondari che hanno comunque un ruolo e mandano avanti delle storie parallele che si intrecciano alla principale.

Insomma un libro leggero e che mette di buon umore se il genere piace.

No comments:

Post a Comment