Pages

Monday, January 2, 2012

Dopo le feste

Prima di tutto: Buon anno a tutti!

Ok, lo ammetto sono sparita intorno a Natale. Non ce l'ho fatta a conciliare il ritmo frenetico della fine dell'anno con la scrittura del blog.

Qualcuno dirà che mi sono presa una vacanza, ecco non esattamente...

È che tra gli inconvenienti di dividere la vita e la cittadinanza tra diversi paesi c'è il fatto di dover scegliere dove passare Natale.
Sono fortunata perchè se decido di tornare a passare le feste in Italia posso farlo, non sono troppo lontana, e il viaggio non è caro. Però decidere un ritorno all'ovile per le feste, vuol comunque dire farsi un bel viaggetto con pulcina al seguito (aggiungere un 30% ai tempi di percorso standard se si va in macchina).
Ho per lo meno il vantaggio di non dover dividermi in due per Natale, la famiglia di mio marito è abituata al fatto che lui non lo festeggi con loro (ouf!).
Se poi, si ha la sfortuna di non avere più una mamma a casa a coordinare e preparare, ci si ritrova a doverlo fare da soli (anche se la collaborazione di una sorella e l'aiuto di qualche parente).
Naturalmente , se si ritorna, si vogliono vedere i parenti (a Natale poi!) e gli amici. E il tempo non basta mai.
E se si ha l'idea balzana di lavorare in proprio si arriva al 24 dicembre dopo una settimana di fuoco, e si riprende a lavorare appena possibile.
E la ciliegina sulla torta è fare tutto ciò essendo mezzi ammalati
.
Risultato: il 31 dicembre abbiamo brindato nel salotto con mio marito con una tazza di tè caldo.
Mi rassicuro solo perchè, dopo un rapido e assolutamente non rappresentativo sondaggio tra i miei amici con figli, il capodanno a casa con tazza di tè è il trend del momento. 

Però mi sono quasi ripresa.
E domani, al lavoro (oggi nel cantone Svizzero dove vivo era festivo)!

1 comment:

  1. Anche noi Capodanno un po' mogio con degli amici! E anche noi mezzi malati!

    ReplyDelete