Pages

Wednesday, March 20, 2013

Odissea

Lunedì sera, ore 21:00, per una volta sono in città a Losanna per un impegno 'mondano'. Mi incontro con altre donne attive professionalmente per quello che è chiamato un 'gruppo di sostegno', un'esperienza interessante di cui vi riparlerò sicuramente.
Guardando fuori dalla finestra credo di avere le allucinazioni: nevica. Non nevischio leggero, fiocchi enormi e fitti, tipo pubblicità per un bianco Natale. Cioè a Losanna c'è il lago, e nevica tipo pochissimo, e siamo il 18 marzo.
Ok, no panic, non terrà.
Ore 21:30 il mio cellulare suona (cafona, non ho spento la suoneria), è il marito:
"Qui sulle strade ci sono 10 cm buoni che tengono. Tu che pensi di fare?"
Mollo tutte e fuggo, ok, penso, ho le gomme da neve e non sarà così tragico.
Ci sono dei lavori sulla strada e mi deviano su una bella salitona ripida. Ci sono due macchine ferme in mezzo alla strada. Devo fermarmi anch'io, e capisco perchè non ripartivano. Si slitta di brutto.
La neve bagnata e pesante è scivolossissima, probabilmente c'è ghiaccio.
Mentre cerco di ripartire, vedo almeno 3 macchine che slittano perdendo il controllo e un uomo, a bordo strada, che spinge il suo grosso scooter sotto la neve che continua a fioccare abbondante.
Con molta prudenza e un po' di fortuna riesco a ripartire e piano, piano, modello tartaruga artritica, arrivo fino al parcheggio del più vicino mezzo su rotaia a pochi km di distanza.
A questo punto il problema: i mezzi pubblici non arrivano fino a casa mia.

Soluzione: un paio di telefonate alle amiche che vivono lungo il percorso del trenino e una si offre di recuperarmi alla stazione per accompagnarmi a casa (2 km). Io ribatto dicendo che posso dormire da lei e che le strade fanno pena, ma lei insiste e così alle 23:30 sono a casa (e poco dopo lei mi conferma essere rientrata sana e salva).

Ecco, c'è bisogno di dirvi che il giorno dopo alle 16:00 c'esrano 7 gradi e tutto si è sciolto? Sembrava di essere al disgelo, una cosa impressionante.

10 comments:

  1. E' successa la stessa cosa a noi venerdì scorso. La sera precedente pioggia, la mattina dopo fiocchi enormi e tutto bianco. Scuole chiuse e bus che non aspettavano altro che la neve per star fermi un giorno in più ;-). Sabato mattina era ancora bianco ma la sera...puff...sparita la neve. Il tempo ci sta facendo andare al manicomio :-D. L'importante è che sei tornata a casa sana e salva!! Un bacio, cara Giul!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sì l'importante è proprio quello! Arrivare sani e salvi a casa. Sinceramente non so come ci sono riuscita ma ho ringraziato tutto il ringraziabile e non ultimo il corso di guida sulla neve che ho fatto l'anno scorso.
      Certo che anche dalle vostre parti non scherzate con il meteo. Spero che si sistemi in fretta!

      Delete
  2. Idem pure qui e speriamo che sia l'ultima volta dell'anno perché qui serve il sole!!!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Qui nevica di nuovo... per fortuna sono a casa stasera! Sono stufissima!!!

      Delete
  3. L'importante è che tu sia tornata a casa sana e salva!

    ReplyDelete
  4. Vedi? anche tu, a prenderti una serata libera, fai venire la bufera di neve.... :)))

    ReplyDelete
  5. Ciao Giul, tutto bene? Passo per augurarti una splendida Pasqua, amica mia!! Con tutto il cuore! Un bacio <3

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sì tutto bene, un po' stanca e piena di cose da fare... buona Pasqua anche a te e grazie!

      Delete