Pages

Friday, May 4, 2012

Malinconie

Stasera tornando dal negozio mi sono fermata a comprare il formaggio, in un villaggio in mezzo alla campagna dove passo quasi ogni giorno, in cui hanno costruito una latteria/formaggeria interessante.
Mentre sceglievo cosa comprare (adoro il formaggio) e approfittavo degli assaggi che mi venivano proposti, la mia memoria è stata improvvisamente invasa dal ricordo di quando andavo dal 'formagiatt' con mio papà o con mia mamma.

Se adoro i formaggi, è proprio perchè anche i miei li apprezzano, e, quando ero bambina, e poi ragazza, li andavamo a comprare in un negozio in centro, con il proprietario che lavorava affiancato da un ragazzo più giovane. I formaggi venivano accuratamente scelti, tagliati, imballati nella carta e poi ci venivano dati in buste di plastica a tinta unita nelle sfumature del blu.

Ricordo che quando ci si andava al mattino c'era la coda. Che se ci si faceva servire dal proprietario, avevamo sempre un piccolo 'arrotondamento' visto che eravamoo buoni clienti. Che se ci andavo con mio papà iniziavano a chacchierare, e non tornavamo più a casa. Che andare a comprare il formaggio era un'attività che piaceva a mio papà, mentre andare a fare la spesa era più una cosa pesante.

Non ricordo bene quando abbiamo smesso di andarci, dev'essere stata una cosa graduale. Il tempo che non è mai abbastanza, i supermercati che migliorano la qualità dei prodotti, e concentrano tutto in un solo luogo, gli orari di apertura comodi (ma folli - ok sono svizzera) dei grandi centri commerciali, tutto ha contribuito a rendere obsoleta questa abitudine. E l'ultima volta che sono passata nel centro della cittadina da cui vengo, il negozio del formagiatt era chiuso (sarà andato in pensione?). La cosa mi ha reso un po' triste.

Insomma, ecco, a forza di correre, di non avere tempo, di ottimizzare tutto, non perdiamo qualcosa ogni tanto? E guadagnamo davvero così tanto tempo? E cosa ne facciamo dopo?

Comunque, grazie alla presentazione e agli assaggi, ho scoperto un formaggio che non avevo ancora provato, veramente interessante, e me lo gusterò domenica al brunch con amici (però il nome non me lo ricordo... che frana).

5 comments:

  1. Belle domande le tue! Difficile la risposta.
    Il formaggio piace tanto anche a me.
    Una curiosità, ma la casa della foto è la tua?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao, no, quella nella foto è la città vecchia di Gruyère che a me piace moltissimo, l'ho fotografata una volta che ho fatto una gita da quelle parti. E, per restare in tema di formaggio, ho mangiato lì la migliore fondue della mia vita per ora.

      Delete
  2. Noi consumiamo kg di formaggio...se ne mangia due o tre volte la settimana e mio marito e` sempre in cerca di cose particolari ......belli i piccoli negozi dei piccoli centri quando mi capita mi fermo!
    francesca

    ReplyDelete
  3. Cavolo...la cosa che piu' mi manca in assoluto qui in Cina e' proprio lui: il formaggio. Cosa darei per essere li' almeno dieci minuti per abbuffarmi il piu' possibile e riempirmi il naso del profumo del formaggio!
    E si', secondo me in nome del "progresso" tante volte ci perdiamo la bellezza delle piccole cose...
    Ah complimenti per il premio, ti ho conosciuta grazie a lui!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie!
      Cavoli è vero, non avevo mai pensato che effettivamente da quelle parti il formaggio non si trova... non so se ce la farei al tuo posto!

      Delete